Osservatorio Servizi Pubblici

  • Nola: gestione parcheggi sospesa da due settimane. Biancardi non riavvia il servizio. Gli abusivi invadono le aree di sosta.
    Nola: gestione parcheggi sospesa da due settimane. Biancardi non riavvia il servizio. Gli abusivi invadono le aree di sosta.

    NOLA – La gestione delle aree di sosta del Comune di Nola è sospesa dal 01 giugno scorso per interruzione del servizio da parte del Consorzio Atena.

    Lavoratori licenziati, aree a parcheggio invase dagli abusivi. L'amministrazione comunale di Nola non riesce a riavviare il servizio.

    Nelle ultime due settimane il Comandante della Polizia Locale, Luigi Maiello, ha tentato di riaffidare il servizio a una delle imprese partecipanti alla gara d'appalto secondo il principio dello scorrimento della graduatoria.

    Un atto dovuto, secondo il Comandante, ma che non ha fin'ora consentito l'individuazione di un gestore, a causa delle condizioni di affidamento eccessivamente onerose.

    Nel frattempo Maiello e gli agenti della Polizia Locale combattono quotidianamente con gli abusivi che ormai occupano stabilmente le aree a parcheggio comunali.

    I lavoratori del servizio, oltre a essere licenziati da due settimane, non hanno ancora percepito gli stipendi del mese di maggio, e ciò nonostante abbiano richiesto il pagamento diretto all'Ente cosi come previsto dal D.P.R. 207/2010.

    I lavoratori hanno presentato una proposta di gestione temporanea attraverso cooperative sociali che prevede la devoluzione degli utili di impresa all'ente. Quindi nessun guadagno per il gestore ma solo la copertura dei costi.

    L'amministrazione al momento non pare intenzionata a valutare tale proposta mentre ormai si è in piena festa dei gigli e la situazione di ordine pubblico presso le aree di sosta diventa drammatica per le condizioni di sicurezza e legalità delle aree.

    Leggi tutto...
  • Gestione Parcheggi a Nola. Dal primo giugno servizio sospeso e lavoratori in protesta.
    Gestione Parcheggi a Nola. Dal primo giugno servizio sospeso e lavoratori in protesta.

    NOLA – Domani (28 maggio) presidio di protesta al Municipio cittadino da parte degli ausiliari alla sosta del comune di Nola.

    Ancora in attesa del pagamento dello stipendio del mese di aprile, i lavoratori hanno ricevuto la comunicazione di licenziamento a decorrere dal 01 giugno prossimo.

    Nonostante i lavoratori abbiano avviato da giorni lo stato di agitazione, l'ente comune di Nola a tutt'oggi ancora non riesce a garantire né il pagamento degli stipendi né la regolare prosecuzione del servizio da giugno in poi.

    Una gestione, quella del servizio di sosta a pagamento del Comune di Nola, gravata da una serie di criticità che ne hanno reso impossibile la gestione alle varie imprese che hanno vinto le gare d'appalto dal 2009 a oggi.

    La attuale situazione viene così riassunta da Antonio Alfieri, dirigente del sindacato autonomo Un.Si.L. che rappresenta i lavoratori dell'appalto:

    Leggi tutto...
  • Servizio Mense Scolastiche a Nola. I lavoratori da due mesi senza stipendio. Si va verso lo sciopero.
    Servizio Mense Scolastiche a Nola. I lavoratori da due mesi senza stipendio. Si va verso lo sciopero.

    NOLA – Annunciato lo sciopero degli addetti al servizio mensa del Comune di Nola.

    Il servizio, è gestito dalla società S.L.E.M., con sede a Sorrento.

    La società, già affidataria nell'ultimo triennio, ha poi vinto la gara informale nell'ottobre 2014 aggiudicandosi la gestione 'temporanea' nelle more dell'espletamento della gara triennale.

    La ditta S.L.E.M. vanta nei confronti del Comune di Nola crediti derivanti dalla gestione precedente (gennaio/giugno 2014).

    Sulla base di tale situazione l'impresa, senza tra l'altro comunicare mai formalmente tale condizione né all'Ente Comune di Nola né ai lavoratori, ha sospeso i pagamenti degli stipendi dal mese di dicembre scorso e non è intenzionata a pagare se non dopo l'incasso dei crediti vantati nei confronti del comune.

    Una situazione grave quella della gestione delle mense scolastiche che rischia di portare entro pochi giorni alla sospensione del servizio per la proclamata astensione dei lavoratori.

    IL COMUNICATO DEL SINDACATO Un.Si.L.

    Leggi tutto...

Il Sistema Corruzione a Nola

Focus Libera Stampa

  • La stampa locale dell'area nolana tra denaro pubblico e condizionamento politico
    La stampa locale dell'area nolana tra denaro pubblico e condizionamento politico

    La stampa locale dell'area nolana tra denaro pubblico e condizionamento politico.

    Quanto è libera la stampa locale dell'area nolana? Quanto essa è condizionata politicamente ed economicamente dall'amministrazione comunale di Nola e in generale dal PDL locale dell'on. Paolo Russo? Inchiesta sui media e i giornalisti del territorio tra incarichi pubblici e attività privata.

    PARTE PRIMA: ADDETTI STAMPA E GIORNALI

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Come si conquista il monopolio dell'informazione a Nola
    Come si conquista il monopolio dell'informazione a Nola

    La stampa locale dell'area nolana tra denaro pubblico e condizionamento politico. 

    Quanto è libera la stampa locale dell'area nolana? Quanto essa è condizionata politicamente ed economicamente dall'amministrazione comunale di Nola e in generale dal PDL locale dell'on. Paolo Russo? Inchiesta sui media e i giornalisti del territorio tra incarichi pubblici e attività privata.

    PARTE SECONDA: STORIA DI UNA 'COLONIZZAZIONE POLITICA' DELLA STAMPA

    3 commenti Leggi tutto...
  • Condizionamento dell'informazione nell'area nolana: il caso VideoNola
    Condizionamento dell'informazione nell'area nolana: il caso VideoNola

    La stampa locale dell'area nolana tra denaro pubblico e condizionamento politico.

    Quanto è libera la stampa locale dell'area nolana? Quanto essa è condizionata politicamente ed economicamente dall'amministrazione comunale di Nola e in generale dal PDL locale dell'on. Paolo Russo? Inchiesta sui media e i giornalisti del territorio tra incarichi pubblici e attività privata.

    PARTE TERZA: IL CASO VIDEONOLA, DA RETE LOCALE 'LIBERA' A ORGANO DI INFORMAZIONE DEL SINDACO BIANCARDI

    Commenta per primo! Leggi tutto...

CORRUZIONE, DISSESTO, RESPONSABILITA'

  • Truffe Contabili e Trucchi di Bilancio. Il saccheggio delle casse del Comune di Nola
    Truffe Contabili e Trucchi di Bilancio. Il saccheggio delle casse del Comune di Nola

    Determine dirigenziali 'truccate' per incassare e spartirsi illecitamente denaro dalle casse del Comune di Nola.

    Un sistema strutturato che si reggeva da più di un decennio e che è costato milioni di euro al Comune di Nola e ai suoi cittadini.

    Un sistema che, fino ad oggi, è stato 'coperto' attraverso operazioni di bilancio 'creativo' sotto la diretta responsabilità di amministratori e consiglieri comunali.

    Spieghiamo ai lettori come si è sviluppato il sistema di sottrazione indebita di risorse dalle casse del comune di Nola attraverso una serie di irregolarità contabili la cui responsabilità supera il livello dirigenziale e coinvolge la parte politica.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Dissesto del Comune di Nola - Le responsabilità dei consiglieri comunali della cosiddetta opposizione
    Dissesto del Comune di Nola - Le responsabilità dei consiglieri comunali della cosiddetta opposizione

    Lo stato dei conti del Comune di Nola è una diretta conseguenza di una serie di concause.

    Un comportamento, da parte della totalità dei dirigenti dell'ente, orientato ad una gestione irregolare dei procedimenti amministrativi sia per quanto riguarda l'affidamento delle commesse di forniture, lavori e servizi a terzi sia sotto l'aspetto del contenimento dei margini di spesa imposti dagli stessi piani economici gestionali di settore stabiliti dagli stessi dirigenti.

    Un sistema politico di indirizzo e controllo sull'operato dei dirigenti che è stato orientato alla 'copertura' di operazioni finanziarie ed economiche ingiustificate sotto l'aspetto della utilità per l'ente.

    Commenta per primo! Leggi tutto...

Focus Costi della Politica

Bonifiche: Il Triangolo degli AFFARI

  • Manifestazione Pro Bonifiche Ambientali a Nola - Il Triangolo degli Affari
    Manifestazione Pro Bonifiche Ambientali a Nola - Il Triangolo degli Affari

    Chi si nasconde dietro alcune campagne di promozione del tema delle bonifiche ambientali?

    Chi sono, se ci sono, i personaggi politici campani che cercano di condizionare il processo di bonifica.

    Il timore degli ambientalisti che dietro le operazioni di bonifica si nascondano gli stessi interessi che hanno reso possibile lo scempio ambientale degli anni del Commissariato Straordinario per l'Emergenza Rifiuti, sono in qualche modo fondati?

    Sul corteo del Triangolo della Vita l'ombra inquietante del Triangolo degli Affari.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • I cugini Russo 'Controllori' istituzionali del fenomeno ecomafie e 'compagni di strada' di Cosentino e Cesaro
    I cugini Russo 'Controllori' istituzionali del fenomeno ecomafie e 'compagni di strada' di Cosentino e Cesaro

    I cugini Paolo ed Ermanno Russo, originari di Mariglianella nell'area nolana, 'controllori' istituzionali dei fenomeni criminali legati allo smaltimento dei rifiuti in Campania negli anni 2000 – 2006.

    Le responsabilità politiche dei 'padroni' dell'area nolana dagli anni duemila a oggi.

    I ruoli ricoperti dai due esponenti del PSDI prima, di FI e del PDL poi nell'ambito del sistema di gestione e controllo del Commissariato Straordinario per l'Emergenza Rifiuti in Campania ai tempi di Bassolino e Catenacci.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Il Tema delle Bonifiche Ambientali tra Interessi Illeciti, Clientele, Disinformazione: Attenzione alle Eco-Balle
    Il Tema delle Bonifiche Ambientali tra Interessi Illeciti, Clientele, Disinformazione: Attenzione alle Eco-Balle

    Non facciamoci sommergere dalle Eco-Balle!

    La necessità di formare una coscienza collettiva consapevole alle tematiche ambientali e attivamente partecipe ai processi di gestione della bonifica del territorio.

    La cultura civica e ambientalista come necessario postulato alle iniziative popolari di protesta contro il Biocidio.

    Per combattere clientele, disinformazione e condizionamenti criminali degli interventi a tutela del territorio, la necessità di un approccio critico ai temi della messa in sicurezza e bonifica dei terreni contaminati in Campania.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Bonifiche e Affari: il Governo Letta interviene a sostegno di chi ha causato i peggiori disastri ambientali del paese
    Bonifiche e Affari: il Governo Letta interviene a sostegno di chi ha causato i peggiori disastri ambientali del paese

    Come avevamo già scritto sul nostro portale, le questioni ambientali del nostro territorio martoriato si sono trasformate in una nuova occasione di fare affari e continuare a distruggere il Territorio. IL TRIANGOLO degli AFFARI.

    Chi ha inquinato deve essere pagato: un condono tombale sulle bonifiche per criminali e aziende senza scrupoli con tanto di regalo di miliardi di euro di fondi pubblici.

    Destinazione Italia: il Governo Letta interviene a sostegno di chi ha causato i peggiori disastri ambientali del paese.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • La Grande Truffa della Legge sui Reati Ambientali - Comunicato del Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania
    La Grande Truffa della Legge sui Reati Ambientali - Comunicato del Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania

    Gli anni di lotta sul tema della tutela ambientale, le mobilitazioni di massa, la grande scossa alle coscienze della società civile, non sono bastati al mondo politico-istituzionale per slegarsi dalle logiche di collusione e sottomissione agli interessi lobbistici che da sempre lucrano sulla devastazione ambientale e sullo sfruttamento dei territori.

    Il disegno di Legge 1345, sintesi delle due proposte Micillo-Realacci,licenziato alla Camera e da qualche mese in discussione nelle Commissioni Ambiente e Giustizia al Senato, doveva recepire l’articolo 3 della direttiva europea 99/2008, introducendo nel nostro codice penale i delitti sull’ambiente: da quello di “inquinamento dell’ambiente” fino a quello ben più grave di “disastro ambientale”, colmando così un vuoto legislativo a cui finora si è sopperito con le sanzioni previste per i delitti contro la pubblica incolumità (art. 434 del codice penale) e che, grazie all’elaborazione della giurisprudenza della Corte costituzionale, è divenuto in materia ambientale “disastro innominato”.

    Commenta per primo! Leggi tutto...

Sostieni AreaNolana.org

Partecipa a AreaNolana.org

Piano Traffico di Nola - Cronaca di un Anno di Battaglia Civica