NOLA - Si è tenuta ieri mattina 15 marzo la manifestazione in memoria di Marcello Torre, il sindaco di Pagani assassinato dalla camorra nel 1980.

In occasione della presentazione del saggio storiografico 'Il Sindaco Gentile', realizzato da Marcello Ravveduto, e prendendo spunto dalla ampia e precisa ricostruzione storica della vita di Marcello Torre fornita dal volume, sono stati evidenziati alcuni dei molteplici aspetti della personalità dell'avvocato e politico paganese e della storia d'Italia del secondo dopoguerra.

Un'indagine indipendente per monitorare la qualità dell'aria in una città dove le istituzioni non danno risposte e che non ha nemmeno una centralina per il rilevamento delle polveri sottili. E' la sfida lanciata dal circolo Legambiente "La Cicala" di Nola e dal Forum Ambiente Area Nolana, con le prime rilevazioni eseguite attraverso una centralina mobile venerdì 11 marzo, tra le ore 12 e le 15.

NOLA – Martedì 15 marzo, alle ore 09;30, presso l'Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università Parthenope in piazza G. Bruno a Nola, si terrà la presentazione del libro “Il Sindaco Gentile”, saggio storiografico sulla vita di Marcello Torre, sindaco di Pagani ucciso dalla camorra nel 1980; volume edito dalla Edizioni Melampo. In occasione della presentazione del libro con la partecipazione dell'autore, lo storico MARCELLO RAVVEDUTO dell'Università di Salerno, si terrà una manifestazione in memoria del Sindaco di Pagani ucciso dalla camorra l'undici dicembre del 1980 perché si opponeva alla infiltrazione della criminalità organizzata negli appalti del post terremoto.

NOLA - Continua la campagna di 'resistenza' di cittadini e associazioni ai tentativi dell'amministrazione comunale di Nola di abbattere gli alberi secolari e monumentali della villa comunale di Nola.

A seguito del cedimento di un arbusto in villa alcuni giorni fa, il sindaco Biancardi annunciava gli immediati abbattimenti. Nonostante si sia ancora in attesa dell'esito della controperizia civica affidata al dott. Andrea Maroè, commissionata da alcune associazioni e dagli attivisti del Movimento 5 Stelle di Nola.

Ciò che più indigna cittadini e associazioni è il fatto che in quasi un anno l'ente comune di Nola non abbia effettuato alcun intervento di messa in sicurezza degli alberi della villa.

L'impressione generale è che, dopo una chiusura che si protrae da mesi in assenza di cure agli alberi, oggi il sindaco Biancardi abbia interesse ad aprire la villa comunale più per consentire manifestazioni private già calendarizzate che per tutelare efficacemente il bene pubblico.

Il comunicato del Comitato Salviamo la Villa:

NOLA – Il gruppo attivisti M5S propone due suoi candidati alle consultazioni online per la lista alle prossime regionali Campania 2015.

Le consultazioni online definiranno la composizione della lista M5S alle prossime regionali 2015.

I due attivisti candidati, indicati dal Gruppo di Nola sono:

Felicetta Lombardi, residente a Cimitile, Psicologa del lavoro, iscritta 'storica' del meet up di Nola e attiva nel mondo dell'associazionismo; (video di presentazione)

Giuseppe Sorrentino, originario di Marigliano e residente a San Paolo Bel Sito, avvocato, funzionario della Provincia di Napoli, esperto in appalti pubblici di forniture e servizi. (video di presentazione)

“Nola - Il Portavoce del Movimento 5 stelle in commissione ambiente Salvatore Micillo scrive al sindaco Biancardi e all’assessore Luciano Parisi per avere chiarimenti sui previsti abbattimenti degli alberi secolari della città.

Continua la battaglia civica degli Attivisti del Movimento 5 Stelle Nola in difesa degli alberi della villa comunale.

E’ di poco fa la notizia dell’invio al sindaco di una lettera di chiarimenti, a firma Salvatore Micillo parlamentare M5S in Commissione Ambiente alla Camera, riguardo la decisione dell’amministrazione Biancardi di abbattere gli alberi in villa comunale.

“NOLA - Il Gruppo Attivisti del Movimento 5 Stelle ha presentato, giovedì 13 novembre durante l'incontro pubblico su: 'Gioco d’azzardo patologico, Usura, Criminalità Organizzata', La PROPOSTA di INTERVENTI COMUNALI per la LEGALITÀ e il CONTRASTO al GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO (GAP).

Il documento, realizzato e sottoscritto dagli attivisti di Nola, è stato anche siglato dai Portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle Sergio Puglia e Giovanni Endrizzi firmatari, tra gli altri, della proposta di legge per la regolamentazione del Gioco d'Azzardo e la lotta al GAP – Gioco d'Azzardo Patologico.

Il documento sottoscritto giovedì 13 novembre propone al sindaco di valutare l'attuazione di una serie di misure volte alla prevenzione e al contrasto del gioco d'azzardo patologico e si articola in tre diverse possibilità di intervento.

Limitazione al'apertura delle attività di gioco d'azzardo, tassa di scopo sulle attività commerciali che praticano il gioco d'azzardo, incentivi alle imprese 'slots-free', controlli di polizia e campagne di sensibilizzazione e interventi sanitari per il Gioco d'Azzardo Patologico tra le proposte forumale dagli attivisti 5 Stelle di Nola con la collaborazione di Articolo Tre. 

“NOLA - INCONTRO PUBBLICO SU: 'Gioco d’azzardo patologico, Usura, Criminalità Organizzata'.

Giovedì 13 novembre ore 18 e 30 Aula Consiliare del Comune di Nola.

Ad organizzarlo gli attivisti attivisti del Movimento 5 Stelle di Nola per fare il punto della situazione nella nostra città su questa delicata problematica, prestando particolare attenzione da un lato ai legami tra le società di gioco d’azzardo e il giro dell’usura e della criminalità organizzata, dall’altro ai risvolti sociali ed esistenziali di chi cade nella spirale della dipendenza da gioco d’azzardo.

Come confermano molti studi, le nazioni in cui la crisi economica aumenta si gioca sempre di più. La città di Nola non fa eccezione.

A seguito della conferenza stampa nella quale il sindaco di Nola ha annunciato la distruzione della maggior parte degli alberi secolari protetti della villa comunale e del cimitero, il Forum Ambiente Area Nolana ha emesso un proprio comunicato sulla vicenda.

Molti sono gli aspetti poco chiari dell'iter burocratico che ha portato alla formazione della perizia commissionata non dal Comune ma dal Vivaio Marrone, gestore del servizio di manutenzione del verde del Comune di Nola.

Tali anomalie amminsitrative, nonché il fatto che la villa comunale rappresenta un'area protetta vincolata per la quale Biancardi non può disporre alcun abbattimento senza ottenere prima il parere degli organi competenti, non sono state rilevate dal comunicato del Forum Ambiente Area Nolana che non pone alcun dubbio sugli esiti degli accertamenti disposti da vivaio Marrone.

Ecco il testo del comunicato del forum.

Abbattuti i pini antistanti Piazza d’Armi.

Alberi considerati pericolosi perché inclinati e quindi a rischio sradicamento durante i temporali.

Se è così, e noi ne dubitiamo fortemente anche perché un solo tronco di quei pini era realmente inclinato e nemmeno troppo.

Lo testimoniamo i tristi tronchi mutilati e dritti rimasti nell’aiuola.

Joomla SEF URLs by Artio

Donazione via PayPal

Articoli Correlati

Sostieni AreaNolana.org

Accesso Utenti