Gli ‘orfanelli’ del Movimento 5 Stelle a Nola.

Si potrebbe definire ‘la triste storia di un giovane ricco’ (per citare una storica strisca di Alan Ford) quella del candidato sindaco Armando Vallone, il quale ha brigato per mesi insieme ai propri compagni di strada Giulio Filippone, Giuseppe Tarallo e altri per realizzare una lista con il ‘logo’ del 5 Stelle (diciamo ‘logo’ perché lo stesso Vallone più volte in pubblico ha definito il Movimento come un semplice ‘logo’ per traghettare qualcuno nelle cariche elettive) in barba a tanti attivisti storici e simpatizzanti del Movimento che sulla competizione per le amministrative avevano idee un po’ diverse.

Si costituisce formalmente il Gruppo Attivisti Nola Movimento 5 Stelle.

La decisione giunge a seguito di una lunga discussione interna al Movimento a Nola che ha visto gli attivisti fortemente divisi sia sulle questioni locali che sul modo stesso di mettere in pratica i metodi propri del 5 Stelle.

Le motivazioni della decisione affidate a un comunicato stampa dove i promotori del Gruppo Attivisti Nola M5S spiegano le ragioni della loro iniziativa politica; iniziativa che ha portato il Movimento a rafforzare la propria presenza politica sul territorio, come dimostrano le attività realizzate nelle ultime settimane.

La creazione di un nuovo percorso all'interno del Movimento a Nola non potrà che arricchire ulteriormente la partecipazione democratica in un territorio dove è sempre più difficile coinvolgere i cittadini in attività di tutela del bene pubblico.

REGI LAGNI TRA SAN VITALIANO E NOLA, TERRA DI NESSUNO

Mobilitazione di vip nazionali, reportage di giornali e tv, incontri istituzionali con ministri in parrocchia, decreti legge fatti in fretta e furia e analisi sui terreni sbattute in prima pagina.

Questi sono stati i nostri ultimi 6 mesi in Campania, ma concretamente cosa è cambiato?

Fino ad oggi si è parlato di task force e misure eccezionali da mettere in campo, di screening sanitari gratuiti per le popolazioni locali, di droni militari ed esercito per controllare il territorio.

Fino ad oggi si è solamente parlato, perché nel frattempo i clan di camorra continuano tranquillamente a sversare e bruciare rifiuti. E le zone sono sempre le stesse.  

CIMITERO DI NOLA, UNA DISCARICA A CIELO APERTO

Da ottobre ad oggi il tema Terra dei Fuochi è arrivato alla ribalta nazionale.

Il processo di presa di coscienza del reale sta generando poco a poco una grande e nuova sensibilità ambientale nella popolazione campana, ma sta accadendo lo stesso anche nelle istituzioni ? Se consideriamo quello che sta accadendo a Nola, sembrerebbe proprio di no.

Da diversi mesi nel parcheggio nel cimitero comunale è possibile ammirare l’ennesima discarica illegale dell’Agro Nolano, discarica creata appositamente dal Comune di Nola.

NOLA - Oggi sabato 5 aprile, alle ore 18;00, presso la Casa Editrice L'Arca e L'Arco in via on. Francesco Napolitano, si terrà la manifestazione “Conosci il MoVimento 5 Stelle”.

L'evento, organizzato dal Gruppo Attivisti Nola del M5S, ha lo scopo di raccontare alla cittadinanza I principi ispiratori, i metodi, la storia dell'attivismo civico in Provincia di Napoli.

Momento di rilancio delle attività del MoVimento nella città di Nola, l'incontro vuole essere punto di partenza per l'aggregazione dei cittadini attivi e l'avvio di una attività di impegno sul territorio.

Nola. Via San Paolo Bel Sito, abbattono allegramente oleandri, gelsomini, alberi fioriti e… ora tocca al frassino?

Fermiamoli subito!

Il Gruppo Attivisti di Nola del Movimento 5 Stelle interviene a tutela del verde pubblico lungo i marciapiedi della città!

Il caso riguarda gli abbattimenti degli alberi lungo i marciapiedi di via San Paolo Bel Sito.

Sabato 11 gennaio 2014 si terrà un sit-in dinanzi alla sede RAI di Napoli,organizzato dagli aderenti al Movimento Agende Rosse della Campania a sostegno di Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, contro il quale Vittorio Sgarbi ha sporto denuncia per vilipendio al capo dello Stato, come descritto nell'evento facebook.

Noi scenderemo in piazza per chiedere la fine degli sversamenti di rifiuti urbani, speciali e industriali e per pretendere la fine dei roghi tossici. Riteniamo che prima di instaurare un ciclo virtuoso dei rifiuti, prima di individuare quali campi possano essere coltivati e quali destinati al no-food, prima di cominciare a caratterizzare, mettere in sicurezza e bonificare le aree inquinate, prima di tutto questo è necessario iniziare a contrastare il controllo delle eco-mafie sui nostri territori. Nell’80% dei casi a scaricare, intombare e bruciare rifiuti è la Camorra.

NOLA – Natale di legalità. L'impegno e la riflessione sui temi dell'impegno civile non vanno in vacanza nemmeno a Natale.

Lunedì 23 Dicembre 2013 alle ore 17;00, presso la Chiesa dei SS. Apostoli in via S. Felice a Nola l'Osservatorio Democratico Articolo Tre, che opera da anni per la promozione della cultura della legalità nel territorio nolano, organizza un evento pubblico per la presentazione del libro “Mala politica” di Tonino Scala, già Consigliere Comunale in Castellammare di Stabia e Consigliere della Regione Campania, negli anni che vanno dal 2005 al 2010.

Grazie al lavoro dei comitati e delle associazioni ambientaliste, cui SEL area nolana partecipa attivamente, il tema del biocidio, come le questioni ambientali, non è più appannaggio di coloro che negli anni hanno dimostrato una forte sensibilità sulla vicenda, ma è sviluppato da un movimento di massa che, partendo dalle vertenze locali, giunge ad un obiettivo chiaro: unire in un'unica rivendicazione le esperienze di resistenza che nei vari anni si sono palesate in tutta la regione.

Joomla SEF URLs by Artio

Donazione via PayPal

Articoli Correlati

Sostieni AreaNolana.org

Accesso Utenti