Elezioni Amministrative - Nola 2014

Notize, opinioni, approfondimenti sulle elezioni amminiastrative 2014 a Nola

Vota questo articolo
(1 Vota)

NOLA - Continuano le aspre polemiche su FaceBook a seguito dell'accordo per il ballottaggio alle amminsitrative.

Dopo i duri post con i quali alcuni esponenti e candidati di SEL (che però non ha ancora emesso un comunicato ufficiale a nome del partito di Vendola) nella lista Tripaldi Sindaco si dissociano dalla decisione della coalizione di apparentarsi con Vitale e Cutolo e la defezione dalla coalizione di Vitale di Fratelli d'Italia - AN in disaccordo con la scelta di correre insieme al Partito Democratico, anche Mariafranca Tripaldi affida al social network la propria replica alle accuse opportunismo politico mosse dalla rete.

Ecco il testo del post della candidata sindaco di Nola Che Cambia pubblicato nella mattinata del 02 giungo 2014:

Vota questo articolo
(1 Vota)

A otto giorni dal ballottaggio in cui i cittadini di Nola sceglieranno la prossima amministrazione comunale, si chiudono le alleanze con le coalizioni escluse dalla competizione elettorale.

Ieri è stata siglata la 'santa alleanza' tra la coalizione di Vitale (UDC/NCD, civiche) e quelle di Cutolo (Civiche) e Tripaldi (PD, civiche) per il ballottaggio del prossimo 09 giugno.

Tutti contro Biancardi, insomma, ma in nome di cosa? Di quale 'nuova' prospettiva politica per la città di Nola?

Una corsa questa per il ballottaggio che ci da' più l'impressione di una resa dei conti tra vecchi alleati di centrodestra e con il centrosinistra a fare (come da decenni) da insignificante comparsa (e infatti non ne parliamo neppure, almeno per ora).

Vota questo articolo
(0 Voti)

Oggi avremmo dovuto pubblicare un ulteriore commento al dato elettorale alle Amministrative 2014 del Comune di Nola.

Una notizia appresa solamente ieri ci spinge ad affrontare un altro argomento 'scottante' della politica locale:

Un presunto conflitto di interessi della neo eletta Mariafranca Tripaldi, candidato sindaco per la coalizione Nola Che Cambia.

Mentre il candidato sindaco si propone come esponente della 'opposizione' e dell'alternativa alla ammnistrazione del centrodestra l'avvocato penalista difende un dirigente della giunta Biancardi in una indagine relativa alla sua attività all'ente comune di Nola.

Comincia così l'esperienza in consiglio comunale (ancora prima dell'insediamento) della candidata degli alternativi divisa (non si sa come) tra il proprio ruolo politico e quello professionale su due opposti fronti contemporaneamente.

Vota questo articolo
(3 Voti)

Si sono concluse le elezioni amministrative 2014 a Nola. Elezioni a nostra opinione grigie e con un esito oltremodo scontato nei numeri.

Ragione principale per la quale abbiamo deciso di non occuparcene.

L'unico elemento di 'suspance' (e usiamo un eufemismo) della campagna elettorale è stata l'attesa per la distribuzione del voto tra le tre coalizioni di centrodestra che fino a pochi mesi fa hanno condiviso la gestione dell'Ente Comune di Nola.

Una campagna elettorale nel segno della continuità con gli anni precedenti, svoltasi secondo i canoni della politica di paesello e senza alcuna vera 'alternativa' da proporre agli elettori.

Joomla SEF URLs by Artio

Donazione via PayPal

Articoli Correlati

Sostieni AreaNolana.org

Accesso Utenti