Martedì, 26 Maggio 2015 12:17

Salviamo il Montezuma. Mercoledì 27 maggio la perizia commissionata dai cittadini sugli alberi della villa comunale di Nola

Vota questo articolo
(0 Voti)
Salviamo il Montezuma. Mercoledì 27 maggio la perizia commissionata dai cittadini sugli alberi della villa comunale di Nola

Nola – Mercoledì 27 maggio verrà eseguita la controperizia sul Taxodium Mucronatum 'Montezuma' della villa comunale.

Commissionata da associazioni e cittadini impegnati da mesi in una campagna per la difesa del patrimonio storico/ambientale della villa comunale di Nola, si spera potrà verificare definitivamente le analisi compiute un anno fa dal tecnico del Vivaio Marrone Giuseppe Cardiello.

I promotori dell'iniziativa così spiegano la situazione:

“La villa comunale di Nola è chiusa da mesi. Secondo il comune gli alberi sono malati e li vogliono abbattere.

Il Montezuma, un monumento vivente, sta per fare la stessa fine. Secondo il perito del Vivaio Marrone gli alberi non possono essere salvati.

Noi non ci crediamo. Abbiamo più volte spiegato su AreaNolana.org il perché la perizia del Comune di Nola non è affidabile. Ma il Comune di Nola non ha voluto nominare un altro perito e condanna gli alberi alla distruzione.

A oggi la villa è sottoposta a vincolo della Soprintendenza competente. Basterebbe una perizia tecnica per fermare il tentativo del comune di abbattere i nostri Gigli Viventi.

Noi cittadini di Nola abbiamo il dovere di difendere il nostro patrimonio ambientale.

Noi cittadini di Nola dobbiamo cercare di salvare la nostra memoria storica e i nostri beni comuni.

Abbiamo incaricato il dottor Andrea Maroè di Udine, esperto di alberi secolari, di verificare lo stato di salute del Montezuma. Questo per cercare di trovare soluzioni alternative all'abbattimento.

La perizia del dottor Maroè costa circa tremila euro di cui, purtroppo, più della metà solo per la trasferta da Udine.

Chiediamo a tutti i cittadini che hanno a cuore i nostri gigli viventi della Villa Comunale di contribuire a questo intervento per tentare di salvarli e restituire la villa alla città.”

Nota Biografica di Andrea Maroè, tecnico nominato per la perizia all'albero Monumentale Montezuma della villa comunale di Nola:

"Agronomo, arboricoltore, specializzato nella valutazione della stabilità e vitalità delle piante arboree anche con l'utilizzo di tecniche di tree climbing. Istruttore master di tree-climbing e docente di arboricoltura ornamentale urbana.

Nato in un vivaio, fin da giovane ha arrampicato e si è occupato del recupero olistico di alberi monumentali.

Ha fondato, oramai più di 25 anni fa, una delle prime ditte che si occupava esclusivamente della cura degli alberi ornamentali: la Verde Verticale.

È stato tra i primi in Italia ad utilizzare il tree-climbing e a proporre l’analisi strumentale sugli alberi grandi e pericolosi lavorando per molte Amministrazioni Pubbliche e Private su tutto il territorio Nazionale.

Tra i vari incarichi istituzionali ha ricoperto il ruolo di: Responsabile delle Alberature del Comune di Genova; Direttore del Verde Pubblico di Udine Direttore del Verde Pubblico di Gorizia; Coordinatore Nazionale della Sezione Treeclimbing dell’ International Society of Arboricolture - sezione italiana; Past President dell’ International Society of Arboricolture - sezione italiana; Past President del Consorzio Italiano di Arboricultura;

Attualmente è responsabile dell’Ufficio Alberi Monumentali del Comune di Udine, Agronomo, Arboricolture e CEO di SuPerAlberi sr."

Il costo totale della perizia è di circa tremila euro.

I cittadini che vorranno contribuire ai costi dell'intervento potranno effettuare bonifico sul conto corrente: IBAN: IT15M0760105138250975350979

Intestato a: Annamaria Napolitano c/o RICICLARE & CREARE ONLUS

Codice Fiscale: 9202552060633 causale: perizia Montezuma Nola

Per maggiori informazioni visitare la pagina:

http://www.areanolana.org/salviamo-il-montezuma.html Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - +39 347 39 69 997

Devi effettuare il login per inviare commenti
Joomla SEF URLs by Artio

Donazione via PayPal

Articoli Correlati

  • Su iniziativa del Movimento 5 Stelle Nola la Soprintendenza sospende gli abbattimenti degli alberi secolari della villa comunale di Nola.

    NOLA – Nuovo stop alla procedura di abbattimento degli alberi secolari della villa comunale di Nola.

    A sospendere le procedure di abbattimento una nota (3558 del 27/04/2015) trasmessa dalla Soprintendenza alle Belle Arti e il Paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli.

    La sospensione è stata disposta in attesa di ulteriori accertamenti per il riconoscimento di bene di interesse storico ai sensi dell'art. 12 del Decreto sulla tutela dei beni ambientali 42/2004.

    La procedura è stata avviata alla Soprintendenza su richiesta del Gruppo Attivisti Nola Movimento 5 Stelle, coadiuvata dalla comunità editoriale di AreaNolana.org, e sottoscritta dal vicepresidente della Camera dei Deputati Luigi Di Maio e dal Capogruppo in Commissione Ambiente alla Camera Salvatore Micillo.

  • Alberi secolari della Villa Comunale di Nola - Cittadini e associazioni ambientaliste contestano la decisione di Biancardi ad abbattere.

    NOLA – venerdì 13 febbraio si è tenuta l'assemblea pubblica di cittadini e associazioni impegnate nel tentativo di salvare gli alberi secolari e monumentali della Villa Comunale di Nola. Dopo la diffusione del parere del prof. Saracino della Facoltà di Agraria della Federico II, il sindaco di Nola ha annunciato il prossimo abbattimento di 25 alberi nella villa comunale, compreso il Cipresso Montezuma. Secondo il professor Saracino gli alberi sono irreversibilmente compromessi e quindi vanno abbattuti per evitare possibili danni alle persone in caso di crollo. I rappresentanti delle associazioni nazionali WWF, Legambiente e LIPU, insieme a diverse associazioni locali e molti cittadini di Nola, non ci stanno. Tanti i motivi per cui si può ritenere che le procedure di analisi commissionate dal Comune di Nola non giustifichino, allo stato, l'abbattimento degli alberi secolari. Soprattutto si contesta che l'amministrazione non tiene conto che l'esemplare di ...
  • Alberi Secolari a Nola. Presentata una relazione sulle prove SIM che conferma l'abbattimento. Ma è solo un falso. La vera perizia ancora non c'è.

    NOLA – Nuovo vergognoso episodio nella vicenda alberi secolari della Villa Comunale.  Spunta una Valutazione delle Condizioni Fitostatiche degli alberi secolari a seguito delle prove SIM, a firma sempre del perito Giuseppe Cardiello, secondo la quale gli alberi sarebbero comunque a rischio. In particolar modo il Cipresso Montezuma. Una nuova relazione, quella di Cardiello, palesemente falsa, errata nella esposizione dei dati, incompleta, irregolare nella sua composizione. Il Comune di Nola ha speso migliaia di euro per le prove SIM e al momento non ha ancora ricevuto l'esito certificato di tali prove dal dott. Logiudice, unico tecnico abilitato ad emetterle. Quindi possiamo affermare che l'esito delle prove SIM ancora non è stato prodotto al committ ...
  • Cosa sono le prove SIM e come sono stati eseguiti i test sugli alberi secolari della villa comunale di Nola

    NOLA - Lunedì 24 novembre sono state eseguite le prove SIA/SIM sugli alberi secolari del Comune di Nola. Presenti in villa comunale il dott. Giuseppe Lo Giudice, esperto certificato per le prove SIA/SIM, il dott. Cardiello (poi andato via e assente per tutta la mattinata) perito del Vivaio Marrone nominato per la circostanza dal Comune di Nola, e Antonio Alfieri in rappresentanza dei cittadini e le associazioni presenti al presidio fuori alla villa comunale. La presenza di un delegato dei cittadini, munito di videocamera per filmare tutte le procedure di test sugli alberi e registrarne i risultati, ha quantomeno garantito che le prove non causassero particolari danni agli alberi secolari della villa comunale. Ma cosa sono le prove SIA/SIM e perchè tanti cittadini e ambientalisti non volevano che fossero eseguite? E perché è stato così difficile poter ottenere l'accesso alla villa comunale per verificarne la regolarità diu esecuzione? Le ...
  • Le prove SIM sugli alberi secolari della villa comunale di Nola. Cronaca di uno scempio (non ancora) evitato.

    NOLA – Si sono tenute lunedì 24 novembre, nonostante le proteste degli ambientalisti 'non allineati' con il Forum Ambiente Area Nolana, le famigerate prove SIM sugli alberi secolari della villa comunale di Nola. Nonostante le richieste di cittadini e associazioni di sospendere le prove in attesa del sopralluogo di WWF e LIPU previsto per sabato 29 novembre, il sindaco Biancardi ha ordinato la loro esecuzione dichiarando ai presenti che erano già state concordate con il Forum Ambiente e che lo stesso Forum è l'unico soggetto riconosciuto dall'amministrazione quale interlocutore nella vicenda. Grazie alla presenza dei cittadini - tra cui alcuni soci di Legambiente Nola e il consigliere comunale di opposizione Mariafranca Tripaldi - e alle forti proteste degli attivisti del Movimento 5 Stelle, la Polizia ha infine consentito l'accesso all'agronomo Felice Simonetti e alla telecamera di AreaNolana.org di filmare le fasi dei test. Grazie alla videoregistrazion ...

Sostieni AreaNolana.org

Accesso Utenti