Sabato, 08 Febbraio 2014 11:20

Caso Pizzella - Casilli in consiglio comunale a Nola! Il presidente Pizzella: non è una questione istituzionale ma solo familiare

Vota questo articolo
(2 Voti)
Il presidente Pizzella e il Consigliere Casilli Il presidente Pizzella e il Consigliere Casilli

Il presidente del consiglio comunale di Nola Francesco Pizzella affida ad un comunicato le sue posizioni sulla 'crisi istituzionale' scatenata dal vicepresidente Casilli al consiglio comunale del 30 gennaio scorso.

La questione con Casilli non presenta alcun profilo di carattere istituzionale ma è semplicemente una difesa familistica dello zio dipendente comunale del vicepresidente dimissionario.

Pubblichiamo il comunicato del consigliere Pizzella perché conosciamo approfonditamente l'episodio che è stato causa di un vero e proprio linciaggio mediatico a carico del Presidente del consiglio comunale di Nola. Un linciaggio, secondo il nostro portale, ingiustificato e basato su una alterazione dei fatti scatenanti sia l'indagine giudizairia che la successiva diffusione della notizia.

Queste le parole del Presidente Pizzella:

“E’ mia opinione che chiunque sia chiamato dai cittadini ricoprire incarico pubblico abbia un preciso dovere sia civico sia istituzionale di vigilare sull’osservanza degli obblighi connessi alle funzioni da parte dei dipendenti comunali.

In tal senso ho, da sempre, inteso svolgere il mandato ricevuto dai cittadini nolani.

Non è mia intenzione farmi trascinare dal consigliere comunale Raffaele Casilli in una sterile polemica politica che ha il solo scopo di danneggiare la mia immagine in vista delle elezioni amministrative.

Intendo però reagire ad un precisa strategia di mistificazione che messa in atto per travisare la realtà degli accadimenti che mi vedono vittima di un’aggressione nel Palazzo della Città.

La rappresentazione non può prescindere dalla completezza, se lo scopo è quello di informare e non quello di fare polemica in questa vicenda. L’obiettività del consigliere comunale, Raffaele Casilli è stata compromessa dal rapporto di parentela con il mio aggressore, un dettaglio non di poco conto che è stato nascosto.

Con la massima serenità attendo l’esito delle indagini delle autorità competenti che accertino responsabilità.

Per la mia dignità e per il rispetto dovuto alla città di Nola e alle sue cariche istituzionali non permetterò che le ragioni del vincolo di sangue in questa vicenda possano sovvertire la verità dei fatti e non consentirò a nessuno di offendere il mio onore e la mia irreprensibilità istituzionale”

Nei prossimi giorni, per dovere di chiarezza, porporremo un approfondimento nel quale risulterà evidente che il Presidente Pizzella, nel caso di specie, per affermare un principio di legalità nei confronti di un dipendente comunale, si è trovato vittima di una serie di attacchi ingiustificati e senza alcun fondamento di natura 'istituzionale'.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Joomla SEF URLs by Artio

Articoli Correlati

  • Ultimo giorno di campagna elettorale per le Amministrative nelle maggiori città d'Italia. A Roma candidato, Vincenzo Napolitano, un nolano con una lunga storia di impegno politico e civile.

    ROMA - Vincenzo Napolitano, insegnante, ambientalista storico, sindacalista, attivista politico instancabile, già assessore a Nola nel 2014, è candidato al consiglio comunale della Capitale nella lista in appoggio a Giorgia Meloni. Nato a Nola nel 1964, è laureato in Scienze Motorie e Pedagogia. Dal 2002 si è trasferito Roma insegnando in diverse scuole superiore della Capitale. Dal 2006 è docente collaboratore del Preside nel 1° Liceo Artistico di via Ripetta, 218 in Roma. Nella Capitale svolge, oltre all'insegnamento, attività sindacale in difesa dei diritti dei docenti e dei precari, colpiti dalla recente riforma della Scuola. Per anni ha svolto battaglie territoriali sui problemi ambientali come esponente di associazioni ambientaliste e di volontariato. Promotore di importanti conferenze e iniziative sui problemi archeologici, ambientali, sociali e culturali e sulla valorizzazione dei beni culturali del Nolano. Molte le atti ...
  • Congresso del Partito Democratico a Nola: Marginalità mediatica, polemiche e misteri. Un partito che si ostina a non parlare alla città.

    NOLA – Si conclude alle 15;00 di oggi il congresso cittadino del Partito Democratico per la elezione del nuovo coordinatore. I lavori si sono tenuti nei giorni venerdì 13 e sabato 14 maggio presso la Sala del Mutilato. Non se ne è accorto quasi nessuno (nemmeno chi scrive) dello scontro tra i due candidati alla carica di coordinatore si stanno sfidando per la guida del partito nei prossimi anni. Un congresso a cui la città pare non sia stata invitata e a cui non è stata fatta quasi alcuna pubblicità. Un congresso che si è svolto all'insegna della MARGINALITÀ politica e mediatica, delle POLEMICHE personali, dei MISTERI sulla piattaforma e sui programmi e sulle reali posizioni delle parti in causa. Chiunque sarà il nuovo rappresentante del PD nella città dei gigli, non parte certo bene rispetto alla conquista di quella visibilità e consenso democratico che il partito che governa la nazione e la regione campania a Nola proprio non riesce a intercetta ...
  • Partito Democratico di Nola. In attesa del congresso cittadino dopo un anno e mezzo di 'nulla'

    NOLA: Rinviato al 26 ottobre il congresso del PD, previsto inizialmente per il 15 settembre scorso.

    Tra problemi organizzativi, defezioni dei consiglieri comunali, diversità di vedute sulla linea politica per le prossime amminstrative, la cronaca di un partito che negli ultimi anni è rimasto ai margini della scena politica cittadina.

Sostieni AreaNolana.org

Accesso Utenti